Vallebio Festival: 1 e 2 giugno 2019

Vallebio Festival: 1 e 2 giugno 2019

Vallebio Festival: due giorni di festa all’insegna di naturalezza, genuinità e incontro di tradizioni e produzioni. Ancora spazi per altri stand

Con il Vallebio Festival l’orgoglio di una Vallata si mette in mostra. Ci saranno produzioni e tradizioni.  Ed è coinvolto direttamente il visitatore-consumatore. L’appuntamento è per l’ 1 e 2 giugno 2019 a Varese Ligure, nel cuore del Biodistretto Val di Vara -Valle del Biologico.

Gli stand dei produttori occuperanno la  piazza e le vie centrali della cittadina, che sorge intorno al maestoso castello dei Fieschi. E si potrà visitare il maniero.

Ampio spazio allo street food e ai presidi slow food.

Molti i laboratori per bambini ed adulti che mostreranno direttamente ai visitatori come si svolgono alcune delle operazioni dell’attività agricola e zootecnica: la mungitura della mucca, la semina, la smielatura e altro ancora. In molti casi i visitatori potranno mettere direttamente le “mani in pasta”: non si può restare semplici spettatori, occorre sperimentare…..

Il Festival è aperto anche ai settori dell’energia pulita e a produttori non certificati bio, ma di carattere strettamente rurale e che seguono criteri di naturalezza, per i metodi ed i materiali utilizzati

Nutrito il calendario di incontri e seminari dedicati a svariati argomenti. Tra gli altri, la birra agricola, il vino naturale e le erbe naturali commestibili.

Un settore del Vallebio sarà destinato alla mostra di bestiame

Saranno presenti, tra gli altri, capi di diverse razze, allevati in Val di Vara secondo i criteri del biologico.

Il Festival, giunto alla seconda edizione, lascerà spazio anche ad una serata di cabaret dal carattere ligure.

IL Vallebio è organizzato dal Biodistretto Val di Vara-Valle del Biologico insieme al Comune di Varese Ligure, con l’adesione della Regione Liguria. I partner sono: AIAB liguria, Slow Food Liguria, Coldiretti e UGC

Il presidente del Biodistretto, Alessandro Triantafyllidis, nell’illustrare le motivazioni che hanno indotto ad organizzare il Festival, evidenzia che : “In un mercato nazionale in cui il bio è diffuso e riconosciuto da tutti gli italiani, è importante identificare il biologico di territorio”. Prosegue: “Il bio oltre a fornire prodotti sani, dfende il territorio e garantisce sviluppo”.

Va ricordato che il Biodistretto raqcchiude il territorio di 7 Comuni dell’Alta Val di Vara: Varese Ligure, Zignago, Rocchetta Vara, Carrodano, Maissana, Carro e Sesta Godano. Si tratta dell’area più verde della Liguria. Sono 98 i produttori certificatiIl ed il 60 per cento della superficie dell’Alta Valle è certificata. Si tratta in prevalenza di prati e pascoli. Il 25 per cento di tutti gli operatori liguri del biologico sono nel Biodistretto. Gli agriturismo bio sono 9. Complessivamente in Alta Val di Vara gli addetti del settore Bio sono 190.

E adesso per il Biodistretto, come puntualizza il presidente, c’è una nuova sfida: “Aumentare le produzioni di contorno alla filiera zootecnica: miele, frutta, cereali, erbe aromatiche ed altro ancora”

Già numerosi i produttori, sia del Biodistretto che provenienti da altre realtà, hanno formalmente deciso di partecipare al Festival . E’ ancora possibile per alcuni giorni prenotare l’allestimento di stand, contattando il Biodistretto al numero 348 5524577.



consectetur tristique eget ipsum venenatis, mi, tempus suscipit